Preparazione Colonscopia

La colonscopia è un esame diagnostico volto ad esplorare le pareti interne del colon, per scoprire eventuali lesioni, ulcerazioni, occlusioni, masse tumorali. È un importante strumento di prevenzione, che permette di individuare tumori anche molto piccoli e in fase iniziale, impedendone lo sviluppo e la degenerazione. La colonscopia è consigliata come corretta attività di screening per tutti i soggetti a rischio: ad esempio per coloro che hanno familiarità con i tumori del colon; o comunque dopo i 50 anni, quando dall’esame delle feci si rileva la presenza di sangue, anche in tracce minime.
Una corretta preparazione del paziente alla colonscopia ha lo scopo di svuotare completamente il colon, in modo da lasciarne le pareti lisce e prive di escrementi, così da permettere una corretta visione dell’interno.
Secondo la Società americana Colon Cancer Alliance, che si occupa della prevenzione dei tumori del colon, il 73% dei pazienti dichiara che la parte più difficile della colonscopia è la preparazione all’esame stesso. La preparazione alla colonscopia attraverso il metodo tradizionale consiste nel bere un preparato di 4 litri di acqua mista a lassativi. Questo tipo di preparazione è da effettuarsi il giorno prima dell’esame e crea in molti casi disagi quali nausea e crampi addominali, oltre che impedire al paziente di svolgere le normali attività quotidiane. In alcuni casi si riscontrano nei pazienti intolleranze ai lassativi utilizzati con questo metodo (Macrogol- Polietilenglicole).
La Idrocolonterapia può essere utilizzata come preparazione alla colonscopia. La seduta di Idrocolonterapia deve essere effettuata subito prima dell’esame senza alcun tipo di preparazione ulteriore. In questo modo il risultato della pulizia delle pareti del colon risulta ottimale alla buona riuscita dell’esame, come sostenuto da molti gastroenterologi di fama internazionale, oltre che a ridurre gli effetti indesiderati derivanti dal classico “beverone”.